«Parliamo di Europa – ora!»: l'alleanza «Per una Svizzera aperta+sovrana» si preoccupa del vicolo cieco in materia di politica europea

Vanessa - Team s+v
Vanessa - Team s+v
10 December 2021 Tempo: 2 minuti
Immagine
Diskussion zwischen einigen Personen

La politica europea della Svizzera ha subito alcune battute d’arresto negli ultimi mesi e anni. Dopo il fallimento dell’accordo istituzionale, è ancora in sospeso il proseguimento della via bilaterale. Per un paese così fortemente interconnesso come la Svizzera, è una situazione estremamente negativa. È dunque molto importante agire per riuscire ad uscire da questo vicolo cieco nel quale si trova la politica europea della Svizzera. E soprattutto bisogna riparlarne subito. L’alleanza di «aperta+sovrana» non intende più aspettare. Sempre più conseguenze negative dell’erosione dei Bilaterali si fanno dolorosamente sentire nei settori più disparati della vita quotidiana. Gli ambienti politici – e in particolare il Consiglio federale – sono invitati a trovare al più presto una soluzione con l'UE.

Dichiarazioni chiare in vari ambiti della vita

Ed è per esprimere queste rivendicazioni che l’alleanza ha creato l’azione «Parliamo di Europa - ora!». Varie dichiarazioni provenienti dagli ambienti economici, politici, scientifici e culturali mostrano la necessità e, soprattutto, l’urgenza di parlare di questo argomento e di trovare insieme una soluzione. A partire dalla metà di dicembre, saranno pubblicate alcune dichiarazioni sotto forma di video e immagini. Li troverete sul sito web, nonché sui social media (Instagram, Facebook, LinkedIn, YouTube e Twitter).

Ecco come poter partecipare

Con questa campagna, l’alleanza «Per una Svizzera aperta+sovrana» vuole nuovamente lanciare un segnale e sottolineare ancora una volta il suo lungo impegno per una collaborazione costruttiva con l’Europa. Poiché anche se molti in Svizzera non vogliono ammetterlo, facciamo parte dell’Europa. Desideri anche tu impegnarti e sostenere questo progetto? Allora contattaci! Per farlo, è molto semplice: inoltraci un’e-mail a [email protected] e allega una tua foto nonché una dichiarazione (max. 220 caratteri, spazi inclusi) e/o un semplice video fatto con il tuo cellulare. Noi facciamo il resto!